Yurta, 2021
legno, metallo, viti
cm: 6×3,20

La Yurta è una abitazione simile ad una tenda che viene usata tradizionalmente dai mongoli, kazaki e altre popolazioni asiatiche. L’interno contiene molti letti che servono da sedili, un armadietto, una tavola bassa su cui si posa il cibo; l’unica apertura è la porta d’entrata, sempre rivolta a sud. Il tema del vagabondaggio è quello che la classe [inserire classe] ha voluto trattare, analizzando anche altri tipi di tenda, ad esempio la tenda legionaria chiamata contubernium. La tenda è una casa mobile, simbolo del pellegrino di passaggio e del viandante che cerca ristoro. Abituati al lusso contemporaneo, la tenda è solo per chi vuole trovare un altro tipo di comunicazione rispetto a quella quotidiana, quella con la natura. Ma conoscete la storia del Lago Bodom?

Modul-abile è un progetto didattico-laboratoriale organizzato dall’Associazione culturale M.Ar.Co Monza Arte Contemporanea in collaborazione con il Liceo Artistico Statale Nanni Valentini e patrocinato da Regione Lombardia.

Alcune classi (IV e V degli indirizzi di Architettura, Design, Multimedia e Scenografia) del Liceo, coordinate dalla direzione artistica dello staff dell’associazione e dei professori, hanno interpretato i moduli decorativi della Villa Reale in un percorso installativo che è confluito in questa mostra all’interno delle Serre Reali. 

Quello che vedete è il risultato ottenuto da M.Ar.Co. e da professori e alunni del Liceo: l’unione delle forze ha permesso agli studenti di considerare il periodo pandemico come un ricordo positivo di crescita e creatività, oltre le tristi restrizioni a cui siamo stati costretti.

La mostra vuol essere la possibilità di rendere un lavoro di un anno come un’esperienza conclusiva e concreta che lasci in tutti i partecipanti un ricordo positivo oltre che una prima esperienza professionalizzante nel mondo della produzione artistica.

Un ringraziamento a tutti coloro che hanno permesso la realizzazione di questo multiforme progetto. 

Buona visita.